Biografia


Maria Teresa D'Alise nasce il 7 Giugno 1984 a Cancello Scalo, frazione di un paese della provincia di Caserta e sale sul palco per la prima volta a 5 anni per
un concorso canoro per bambini.
A 12 anni incontra la sua prima insegnante di canto, Rosanna Forges Davanzati, mezzosoprano di Napoli, che la segue ancora acerba per due anni, in cui apprende la tecnica della respirazione diaframmatica e comincia a studiare canto.
Si esibisce fino alla sua adolescenza per ogni manifestazione ed evento privato in Campania, poi, dopo il diploma scientifico decide di trasferirsi a Roma. Si iscrive alla Facoltà di Scienza della Comunicazione a "La Sapienza" e contemporaneamente parte la sua esperienza "live" nei locali della capitale.
Si avvicina al settore della comicità grazie ad una lunga collaborazione con una nota band comico-demenziale romana e lavora al fianco di Maurizio Battista e Gabriele Cirilli. Iniziano i primi ingaggi in Rai, con le trasmissioni tv "Chiambretti c'è", "Libero" e "Carramba che fortuna", fino ad arrivare sul palco della prima edizione italiana di "XFactor" tra i concorrenti capitanati da Mara Maionchi. L'esperienza del talent dura poco e quando i riflettori si spengono Maria Teresa, che nel frattempo aveva conseguito il diploma di Laurea, decide di prendersi una pausa dalla musica e di "affogare" la delusione in altri lavori. Si iscrive al corso di laurea specialistica in comunicazione d'impresa e comincia a lavorare nel settore della comunicazione per una nota multinazionale francese.
Qualcosa di irrisolto gli resta nell'animo ma l'incontro con il suo mentore e insegnante di canto Vocal Coach Stefano Zanchetti diventa decisivo per la sua rinascita musicale. Nonostante abbia conseguito la laurea specialistica, lascia il lavoro d'ufficio e concentra la sua energia investendo di nuovo il suo tempo solo nella musica. Inizia a scrivere un brano con Stefano Zanchetti, e subito dopo a lavorare sui testi e sulle melodie delle canzoni approfondendo sempre di più la voglia di comunicare le proprie esperienze.
Arrivano nel frattempo ingaggi all'estero, una richiesta continua data la sua professionalità e grandi doti di intrattenimento, ritrovandosi a cantare nei migliori
locali della Svizzera e ad esibirsi con musicisti dal vivo. Qui decide di chiamarsi Dalise (il suo cognome). Il lavoro sugli inediti diventa sempre più imponente e nel 2014, consolida una rosa di brani che rappresentano l'espressione della sua crescita come artista in un progetto discografico che porta la firma Dalise - Zanchetti.
Con la volontà di voler condividere questo lavoro musicale, si iscrive a diversi festival per emergenti tra cui il Festival di Castrocaro, che vince lo scorso agosto 2015 con il brano "Nuvole nella testa". La vittoria le permette di accedere di diritto al Festival della Canzone Italiana di New York 2015, festival che le conferisce la vittoria per la seconda volta. 

La major discografica Universal sceglie di distribuire il suo secondo singolo nel 2016. Esce in tutte le radio e sui digital stores "Ho!", un brano eclettico e malizioso che continua a definire Dalise in quanto cantautrice "donna". Nel 2017 presenta in anteprima il suo progetto discografico inedito all'Auditorium Parco della Musica di Roma, riscuotendo un grande successo di pubblico.
Nel 2017 entra a far parte del Festivalino di Anatomia Femminile sul web di Michele Monina il quale sosterrà l'indiscusso talento della cantautrice durante la sua partecipazione al talent di rai2 "The Voice of Italy" 2018, dove è stata scelta "con il blocco" dalla voce più famosa d'Italia :
Al Bano.
Al termine del Talent, rai2 invita Dalise a prendere parte al game-show estivo "Scanzonissima" presentato da Gigi e Ross, nel quale mostra la sua grinta e la sua autoironia.

Ad agosto 2018 è sul palco del Festival Show di Mestre insieme ad Al Bano per presentare il suo terzo singolo “Voglia di te”.
È coinvolta nel sociale e molto attiva sui temi di disabilità e sulle problematiche femminili per le quali non manca mai di mettere a servizio la sua arte per sensibilizzare il pubblico.

A settembre 2018 prende parte ad un cartello di cantautorato femminile che fa capo all'iniziativa di "Anatomia femminile" di Michele Monina, presentato per la prima volta al MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza. Seguiranno diversi appuntamenti in giro per l'Italia con le cantautrici che hanno aderito. 
 


Loading
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.